25 aprile: Cantiamo la libertà Maestro

25 aprile 2020: un mese dalla scomparsa di Martinho Lutero
Streaming del concerto "La Sinfonia dei Due Mondi" in diretta Facebook alle ore 22.00

Sabato 25 aprile ricorre un mese dalla scomparsa di Martinho Lutero, direttore della Rete Culturale Cantosospeso di Milano e del coro Luther King di San Paolo.

In Brasile c’è la tradizione di rispettare un mese di lutto stretto che si conclude con i riti del trentesimo giorno. Per noi italiani questo 25 aprile sarà davvero diverso da tutti quelli degli anni precedenti.
Il coro Cantosospeso in questo giorno era abituato a fare un concerto. Per Martinho era molto importante la Liberazione, quella italiana, ma anche quella di altri popoli, come ha sempre dimostrato attraverso la musica.

Per questo abbiamo pensato in questo 25 aprile di ricordare lui e il momento della Liberazione.
Lo faremo sulla pagina Facebook di Cantosospeso per tutto il giorno, a scadenza di 30’ minuti con una serie di post di audio, video, letture, omaggi dei musicisti amici che si concluderà con un concerto in diretta streaming dal Brasile.

Il coro Luther King infatti ricorderà il trentesimo giorno della scomparsa di Lutero con lo streaming di un loro grande concerto, “La Sinfonia dei Due Mondi”, testi di Dom Helder Camara e musica di Pierre Kaelin, per cantare lo spirito della giornata e la creazione della pace, che sarà trasmesso in diretta Facebook il 25 aprile alle 17.00 ora del Brasile, le 22.00 ora italiana sulla pagina Fb della Rede Cultural Luther King, con cui probabilmente concluderemo anche il nostro evento che abbiamo pensato di chiamare “Cantiamo la Libertà Maestro”.

Concerto "La Sinfonia dei Due Mondi" - "Sinfonia dos Dois Mundos"

Música: Pierre Kaelin
Textos: *** Helder Câmara
Direção artística: Mº Martinho Lutero Galati De Oliveira

Fabiana Cozza – mezzosoprano
Jean William – tenor
Celso Frateschi – ator
Camerata Paulistana
Coro Luther King

Participações especiais:
Madrigal Revivis – Sérgio de Oliveira regente
Coro Lazi e Coro Benção de Paz – Claudio Velloso regente / Rodrigo Garcia regente assistente

Più la notte è oscura e più chiara è l’aurora”.  La Sinfonia dei due mondi scritta da Helder Camara vuole essere una riflessione sulla realtà sociale del mondo e dell’umanità.

La Sinfonia dei due mondi è nata dal sogno di Helder Camara, grande difensore dei diritti umani per costruire un mondo più giusto e più solidale. Ha pensato che la musica potesse aiutarlo in questo suo ideale, per lui la musica era divina, era capace di accedere al nostro intimo, al nostro pensiero e al nostro cuore, così si è rivolto al compositore svizzero Pierre Kaelin perché la musicasse. E’ nata una sinfonia in 6 movimenti per orchestra, coro, solisti e narratore. Camara era solito dire che l’ascolto della Sinfonia valeva più di 50 conferenze sulla pace per la sua intensità e forza

Era stata creata durante il Concilio Vaticano II, nel 1962 quando Camara era vescovo di Olinda e Recife. Il testo ci colloca davanti al dramma del Creatore che ha delegato al creato la gestione e la continuazione della creazione. E’ dell’ Uomo, la terribile invenzione di dividere il mondo in due: ricco e povero, oppressore e oppresso. La sinfonia dei due mondi vuole spingerci a creare un mondo più ugualitario e giusto.

La vita di Helder Camara è stata dedicata all’impegno per la liberazione, senza mai cedimenti nonostante questo abbia comportato il rifiuto delle classi dominanti e della stessa gerarchia della Chiesa. Conosciuto e ammirato ovunque per la sua lotta di decenni, soprattutto durante la dittatura militare, sempre dalla parte dei poveri, Helder Camara è stato il profeta della non-violenza, l’avvocato dei poveri.