Differenze

Mostra tripersonale di Paola Beretta, Daniela Mella e Laura Ruberto.
Galleria degli Artisti – via Nirone 1, angolo Corso Magenta – Milano.
6-20 ottobre 2018 – Inaugurazione martedì 9 ottobre ore 18.30.

Dal 6 al 20 ottobre 2018, la Galleria degli Artisti di via Nirone 1 ospita “Differenze”: una mostra in cui sono protagonisti tre pittrici con le stesse origini artistiche, ma che hanno viaggiato su strade differenti.

L’inaugurazione è prevista per martedì 9 ottobre alle 18.30.
Orari di visita: da lunedì a sabato 10.00-12.30, 16.00-19.00
Info : tel. 02867841

B
io delle pittrici:

Dal 6 al 20 ottobre 2018, la Galleria degli Artisti di via Nirone 1 ospita “Differenze”: una mostra in cui sono protagonisti tre pittrici con le stesse origini artistiche, ma che hanno viaggiato su strade differenti.

L’inaugurazione è prevista per martedì 9 ottobre alle 18.30. 
Orari di visita: da lunedì a sabato 10.00-12.30, 16.00-19.00
Info : tel. 02867841

PAOLA BERETTA

Paola nasce a Milano, milanese da generazioni.
La sua è una formazione artistica, sfociata nell’insegnamento, contemporanea agli studi di architettura. Il disegno è una costante del suo lavoro, alla quale si affianca anche l’allestimento di mostre, la progettazione e l’ideazione di scenografie e costumi, senza mai perdere di vista l’aggiornamento artistico e culturale.
Il  disegno, il colore, la forma e la ricerca dell’armonia sono sempre presenti nella sua vita e nel suo lavoro e si rivelano nell’appianamento dei contrasti, …” che dall’anima nascono e nell’anima giungono… inizio e fine di un processo creativo per cercare di dare sempre, emozione”.   
Negli oggetti, nelle figure e nelle forme del quotidiano, citando De Pisis, Paola Beretta trova la poesia delle cose semplici che, guardate con la giusta predisposizione a “vedere oltre”, emanano armonia e parlano al cuore. E’ grazie a questa sua caratteristica, che la critica d’arte Rossana Bossaglia, l’ha inserita nella corrente artistica del Realismo Magico.
Negli ultimi anni, anche la figura, inizialmente negata, entra a rompere il silenzio cristallino delle sue case, dove le poche finestre, mantengono gelosamente celato il loro profondo per svelarsi nel colore.
Da vent’ anni ha scelto di lavorare con i colori ad olio, nelle loro varianti, ricercando nuove elaborazioni, per crescere e rinnovarsi.
Presta attività di volontariato presso la Pinacoteca Ambrosiana dove l’Arte dei Grandi la circonda e la ispira.
Ha partecipato a numerose mostre collettive a personali , ricevendo anche riconoscimenti significativi.
 
DANIELA MELLA

Daniela Mella insegue la luce. La luce svela, mostra, rende manifesto. Nella Bibbia e nei ben più antichi Veda, i libri sacri indiani, il mondo nasce insieme alla luce, si passa dal buio della non esistenza al risplendere del cosmo. I filosofi greci associavano la luce alla verità, alla meta a cui tendere attraverso la conoscenza. In queste opere, il desiderio di comprensione si estrinseca nei soli grandi, caldi e rassicuranti o ci chiama prepotentemente in un bagliore bianco, quasi accecante, troppo forte per essere compenetrato, ma troppo intenso per non attrarre a sé tutto il nostro interesse. Gli uomini tutti, in tutti i tempi, sono nei lavori dell’Artista perché l’Uomo, in quanto tale, è urgenza e necessità di ricerca. Daniela Mella a questa ricerca, ha trovato una risposta: la natura e l’universo.
Siamo di fronte a una natura totalizzante, che ingloba tutto, esplode nei colori vivi e nelle forme che, spesso, escono dalla bidimensionalità della pittura. L’osservatore è immerso in questo universo straripante di vita e ne sente la forza. L’Artista, architetto, abituata a piegare la materia alle esigenze dell’uomo, si abbandona ora a questi mondi in cui è la natura, indomabile, a richiamare a sé con la sua forza primigenia. Ed è abbracciandola, unendosi ad essa, fondendosi con essa, che si raggiunge la luce, si arriva alla conoscenza. Non, quindi, in un’ottica occidentale di osservazione, studio e misurazione, ma in un’ottica orientale, di fusione nel mistero del Tutto.
Daniela Mella vive e lavora tra Milano, Celle Ligure e Rivanazzano Terme.
– Recensione a cura di Valentina Ruberto

LAURA RUBERTO

Laura Ruberto ha sempre sperimentato diversi modi di comunicare: dipinti, arte digitale, illustrazione e design. Frequentare diversi modi di espressione l’ha portata a diffidare dei paradigmi, dei dogmi, dei principi. Il mondo oggettivo non esiste. L’unica realtà possibile all’uomo è, seppur immensa, relativa, costretta nei nostri strumenti di conoscenza, tra cui i vari linguaggi. Il mondo è una reinterpretazione continua dell’esistente. Per questo nelle opere dell’Artista troviamo una struttura aperta, che non ha uno sguardo univoco, che non afferma, ma propone, non grida, ma sussurra.
L’utilizzo dei vari linguaggi, tra cui l’arte ha un ruolo fondamentale, permette l’esistere di una storia del mondo, consente il racconto. Così, Laura Ruberto evoca storie, narrazioni quasi nostalgiche, in colori spesso tenui, ma decisi, come se il velo di ricordi lontani lasciasse solo intuire le forme. A volte è il ricorso a un altro linguaggio, a quello delle parole, nei titoli, che ci svela ciò che ha ispirato l’Artista. Tuttavia non c’è mai una chiave univoca perché il racconto  è reso anche attraverso l’uso di strumenti particolari. Laura Ruberto va alla ricerca di oggetti dimenticati, materiali di recupero, pieni di cicatrici ma carichi di esistenza, e li rende parte di un nuovo tutto nelle sue opere. La storia si aggiunge alla storia, la vita alla vita, il reale alla sua interpretazione, in un gioco di rimandi infinito che ricrea l’inesauribile capacità dell’uomo di guardare sempre e sempre ancora trovare un mondo nuovo ai suoi occhi.
Laura Ruberto vive e lavora a Milano.
– Recensione a cura di Valentina Ruberto

Chiudi il menu

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.
Per maggiori informazioni in merito alle modalità di trattamento e alle opzioni di opt-out, si rimanda alla nostra Privacy Notice.

Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.