Bafta 2024, Oppenheimer fa incetta di premi. Gli altri vincitori

Dopo la delusione ai Golden Globe e gli Oscar, anche ai Bafta Barbie di Greta Gerwig non ha ricevuto alcun premio

Oppenheimer ha trionfato durante la cerimonia dei Bafta alla Royal Festival Hall di Londra. Il film di Cristopher Nolan che narra la storia della bomba atomica, ha ottenuto sette premi in tutto su 13 nomination, ovvero: Miglior film, Miglior regista, Miglior attore protagonista, Miglior attore non protagonista, Miglior montaggio, Miglior fotografia e Miglior colonna sonora. Nolan ha reso omaggio all’attore protagonista Cillian Murphy e ha ringraziato chi ha collaborato al film: “Grazie per aver affrontato qualcosa di oscuro“. Murphy, premiato come Miglior attore protagonista, ha risposto: “Grazie per avermi sempre spronato e per aver preteso l’eccellenza, perché è quello che tu hai sempre fatto“. 

Tutti i premi Bafta 2024

Miglior film – Oppenheimer di Christopher Nolan
Miglior film britannico – La zona d’interesse di Jonathan Glazer
Miglior esordio britannico – Savanah Leaf, Shirley O’Connor e Medb Riordan per Earth Mama
Miglior film in lingua non inglese – La zona d’interesse di Jonathan Glazer
Miglior documentario – 20 Days in Mariupol di Mstyslav Chernov
Miglior film d’animazione – Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki
Miglior regia – Christopher Nolan per Oppenheimer
Miglior sceneggiatura originale – Justine Triet e Arthur Harari per Anatomia di una caduta
Miglior sceneggiatura non originale – Cord Jefferson per American Fiction

Emma Stone
Emma Stone | EPA/ANDY RAIN – Artepassante.it


Miglior attrice protagonista – Emma Stone per Povere Creature!
Miglior attore protagonista – Cillian Murphy per Oppenheimer
Miglior attrice non protagonista – Da’Vine Joy Randolph per The Holdovers – Lezioni di vita
Miglior attore non protagonista – Robert Downey Jr. per Oppenheimer
Miglior casting – Susan Shopmaker per The Holdovers – Lezioni di vita
Miglior fotografia – Hoyte van Hoytema per Oppenheimer
Migliori costumi – Holly Waddington per Povere Creature!
Miglior scenografia – Shona Heath, James Price e Zsuzsa Mihalek per Povere Creature!
Miglior montaggio – Jennifer Lame per Oppenheimer
Miglior trucco e acconciatura – Nadia Stacey, Mark Coulier e Josh Weston per Povere Creature!
Miglior colonna sonora – Ludwig Göransson per Oppenheimer
Miglior sonoro – Johnnie Burn e Tarn Willers per La zona d’interesse
Migliori effetti speciali e visivi – Simon Hughes per Povere Creature!
Miglior cortometraggio britannico d’animazione – Crab Day di Ross Stringer, Bartosz Stanislawek e Aleksandra Sykulak
Miglior cortometraggio britannico live action – Jellyfih and Lobster di Yasmin Afifi e Elizabeth Rufai
EE Rising Star (miglior esordiente) – Mia McKenna-Bruce

Povere Creature e La zona d’interesse sono i film più premiati dopo Oppenheimer

A concorrere per la statuetta di Miglior attore protagonista, vinta da Cillian Murphy, c’erano Bradley Cooper (Maestro), Colman Domingo (Rustin), Paul Giamatti (The Holdovers – Lezioni di vita), Barry Keoghan (Saltburn) e Teo Yoo (Past Lives).

Povere Creature! è stato il secondo film più premiato, conquistando cinque statuette. Emma Stone è stata premiata come Migliore attrice protagonista e nella stessa categoria c’erano Margot Robbie (Barbie), Fantasia Barrino (Il colore viola), Sandra Huller (Anatomia di una caduta), Carey Mulligan (Maestro) e Vivian Oparah (Rye Lane). Il terzo film più premiato è stato La zona d’interesse di Jonathan Glazer, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Martin Amis. Il lungometraggio ha vinto il premio come Miglior film non in lingua inglese, superando 20 giorni a Mariupol, Anatomia di una caduta, Past lives e La società della neve. Il film racconta la storia di una famiglia tedesca che vive accanto al campo di concentramento di Auschwitz durante la Seconda Guerra Mondiale. La zona d’interesse ha vinto anche come miglior film britannico.

Barbie rimane ancora fuori

Dopo la delusione ai Golden Globe e gli Oscar, anche ai Bafta Barbie di Greta Gerwig non ha ricevuto alcun premio (cinque nomination). Un altro film che non ha ricevuto premi è Maestro di Bradley Cooper (sette nomination).

Il discorso di Samantha Morton

Samantha Morton ha ricevuto quest’anno il Bafta Fellowship, il più alto riconoscimento onorario dell’organizzazione. L‘attrice britannica, che ha recitato in film come Minority Report e Animali fantastici e dove trovarli, ha ottenuto l’importante premio per il suo straordinario contributo al cinema negli ultimi tre decenni. “Quando ho visto per la prima volta Kes di Ken Loach su un enorme televisore portato in classe, sono cambiata per sempre“, ha detto l’attrice durante il suo discorso di ringraziamento. “Vedendo la povertà e le persone come me sullo schermo, mi sono riconosciuta: la rappresentazione è importante. Alla me stessa bambina direi: ‘Sei importante, non arrenderti’. Le storie che raccontiamo hanno il potere di cambiare la vita delle persone. Il cinema ha cambiato la mia vita, mi ha trasformato e mi ha portato qui oggi. Dedico questo premio a tutti i bambini in affidamento, o che lo sono stati, e che non sono sopravvissuti“, ha concluso l’artista.

Impostazioni privacy