Soluzioni (geniali) per nascondere la scrivania in casa e – al tempo stesso – averla sempre pronta all’uso

Nascondere la scrivania in casa è la soluzione perfetta per chi non ha uno studio: tutte le idee che risolvono il problema.

Chi lavora spesso da casa e ha bisogno di una scrivania perfettamente attrezzata spesso si trova nelle condizioni di non avere spazio sufficiente ad allestire quello che dovrebbe essere un vero e proprio home office.

Idea scrivania a scomparsa
Le soluzioni top per nascondere la scrivania – (Foto: Editorially Srl) – (Artepassante.it)

Quando la casa è piccola, infatti, è necessario creare un angolo studio in ambienti che hanno destinazioni d’uso diverse, quindi in cucina, nel living o nella camera da letto. Ovviamente in spazi del genere è sempre necessario riuscire a mediare tra le diverse esigenze, con lo scopo di trovare una soluzione di compromesso che preservi l’aspetto estetico ma allo stesso tempo offra una soluzione funzionale.

Un’idea vincente in questi casi consiste nel puntare sulle scrivanie a scomparsa, che vengono quindi strutturate in maniera da venire completamente celate quando non vengono utilizzate. In questo modo si risolverà anche il tipico problema del disordine: non si dovrà necessariamente riordinare la scrivania ogni volta che si smette di lavorare.

Tutte le soluzioni per una scrivania a scomparsa

Negli ambienti dove c’è abbastanza spazio da ospitare grandi armadi a muro, una soluzione assolutamente perfetta consiste nell’inserire la scrivania all’interno di essi, creando un apposito vano all’interno del quale alloggiare il ripiano del tavolo (che può essere sospeso), una sedia pieghevole e delle mensole.

Idea scrivania a scomparsa
Una scrivania nascosta dietro una tenda- (Fonte: Instagram IG @lialovisolo) – (Artepassante.it)

La soluzione migliore al fine di minimizzare l’ingombro delle porte aperte consiste nello scegliere porte a scorrimento o a soffietto. In questo modo, quando si sarà seduti alla scrivania non si sperimenterà l’opprimente sensazione di essere rinchiusi all’interno di una scatola.

Un’altra soluzione interessante, da adottare se si preferisce avere una scrivania stand alone, consiste nello scegliere uno scrittoio a ribalta, come quelli che si utilizzavano nell’Ottocento. Questi mobili, molto più sottili rispetto a una comune scrivania, presentano uno sportello che, una volta abbassato e posto in orizzontale, offre un solido piano d’appoggio. Una volta finita di utilizzare la scrivania, basterà semplicemente richiudere il mobile.

Infine, allestire una scrivania all’interno di un mobile a ponte o di una libreria non è una soluzione “a scomparsa” ma di certo è un approccio che minimizza l’ingombro del ripiano. Basterà semplicemente una mensola all’altezza di circa 75 cm che sia inserita tra due armadi o tra due librerie. Basterà lasciare uno spazio sgombro al di sotto del ripiano della scrivania, per inserire la sedia e posizionare le gambe, e il gioco è fatto.

Impostazioni privacy