Claudio Bravo Camus, vita e opere più celebri del pittore cileno

Claudio Bravo Camus era conosciuto principalmente per i suoi dipinti di nature morte, ritratti e pacchetti, ma anche per aver realizzato disegni, litografie e sculture

Claudio Bravo Camus è stato un rinomato pittore cileno celebre in tutto il mondo per le sue opere iperrealiste e per la sua famosa serie dei “pacchi”, ovvero una collezione di dipinti dallo stile fotorealistico in cui rappresentò dei pacchetti di carta tenuti insieme da una corda che disegnò in modo molto realistico, quasi come fossero delle fotografie. L’artista dichiarava: “Gli occhi vedono molto più della fotocamera: mezzi toni, ombre, cambiamenti minuti di colore e luci“. Era considerato il maestro dell’iperealismo e un amante della fotografia. All’inizio della carriera ricevette scarsa attenzione dal pubblico e commenti negativi dalla critica, ma successivamente riuscì a farsi apprezzare per le sue geniali idee.

Chi era Claudio Bravo Camus

Claudio Bravo Camus è nato a Valparaiso nel 1936 e si è affermato da subito come ritrattista in Cile e in Spagna. In giovane età si recò a Santiago per i suoi studi e venne notato per i dipinti estremamente realistici. All’età di 21 anni si spostò in Europa e trascorse molto tempo a Barcellona e Madrid, dove venne influenzato dal Rinascimento e da alcuni maestri come Velázquez, Zurbarán e Salvador Dalí. L’artista è celebre per le sue nature morte, ma anche per i suoi lavori come illustratore. Dopo aver studiato arte in Cile, si trasferì in Europa, dove il suo talento fu riconosciuto a livello internazionale. Le sue opere furono esposte in numerose gallerie e musei di tutto il mondo. 

Claudio Bravo Camus
Claudio Bravo Camus | claudiobravo.com – Artepassante.it

Claudio Bravo Camus visse anche in Spagna durante il regime di Francisco Franco che l’artista cileno immortalò. Bravo si affermò a Madrid negli anni ’60 come ritrattista di società e collaborò con Balenciaga, noto marchio di moda. Negli anni Sessanta iniziò un’importante attività ritrattistica e realizzò ritratti di Francisco Franco e della figlia, del presidente filippino Ferdinand Marcos e della moglie Imelda, ma anche dell’alta società di Manila. Nel 1969 si spostò a New York dove raggiunse la fama e dove tenne la sua prima mostra. Decise poi di stabilirsi definitivamente in Marocco, dove continuò a sviluppare il suo stile unico. È nella sua casa di Taroudant che morì nel 2011 a causa di due infarti.

Ana Maria Stagno, direttrice della sezione cilena della Marlborough Gallery, disse del pittore: “Ha sempre sognato di realizzare un museo nel suo Cile con le sue opere, ma non solo: le sculture romane, le sue opere di Andy Warhol, Francis Bacon o Manolo Valdes, o i lavori cinesi ed i vetri romani, senza dimenticare le sculture di Botero, Rodin, Benjamin Lira e Vicente Gajardo“.

L’amore è molto complicato“, raccontava il pittore che si definiva troppo geloso e passionale. “I miei quadri ed i miei animali sono le mie migliori fonti d’amore, da quando ho 50 anni non ho avuto nessuno nel mio letto: mi sono stancato di fare l’amore“, aveva aggiunto, raccontando di essersi dato alla castità negli ultimi due decenni di vita.

Lo stile di Camus

Claudio Bravo Camus era conosciuto principalmente per i suoi dipinti di nature morte e ritratti, ma anche per aver realizzato disegni, litografie, incisioni e sculture figurate in bronzo. L’artista ha tratto ispirazione dai maestri classici spagnoli, assorbendo il loro stile provocatorio. Le sue opere sono caratterizzate da un realismo impressionante e da una padronanza eccezionale della luce e dell’ombra. Bravo ricevette il massimo successo negli anni Sessanta grazie ai “pacchetti” di carta colorata legati con dello spago di corda. La particolarità di queste realizzazioni è che sembrano fotografie, ma in realtà sono dipinti perfetti. Bravo utilizzava le tecniche cosiddette trompe-l’oeil che davano una sensazione di tridimensionalità.

Camus ha ricevuto numerosi riconoscimenti come l’Hall of Fame Honoree (New York 96), il Gran Cruz de Alfonso X El Sabio (Madrid, 2000), l’International Distinguished Artist Award (Miami 2000), e infine, la Gold Medal of Honor (New York, 2005).

Le opere più celebri:

Le opere più celebri di Claudio Bravo Camus sono:

  • White Package del 1967 è stato venduto per 1 milione di dollari nel 2004,
  • L’indovino,
  • Il veggente,
  • Lilium tingitane,
  • Marjana Rossa,
  • Luce perpetua,
  • Il velo,
  • Natura morta rossa,
  • Amore alla Coca Cola,
  • Ritratto di María Luisa Velasco

Le sue opere sono esposte nei musei di tutto il mondo, come il The Baltimore Museum of Art, El Museo del Barrio di New York City, l’Honolulu Museum of Art, il Metropolitan Museum of Art, il Museo Nacional de Bellas Artes di Santiago e il Museum Ludwig di Colonia.

Impostazioni privacy