Treemonisha

 

Concerto a cura di Rete Culturale Cantosospeso, Musica e libretto di Scott Joplin
17 dicembre ore 20.30 presso Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame, Milano
19 dicembre ore 20.30 presso Chiesa Valdese, Milano

Foto

Rete Culturale Cantosospeso propone
TREEMONISHA
Musica e libretto di  SCOTT JOPLIN
Opera per soli, coro e orchestra in forma di concerto17 dicembre 2018 , ore 20,30
alla Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame
Largo Marinai d’Italia 1, Milano

19 dicembre 2018 , ore 20,30
Chiesa Valdese, Via Francesco Sforza 12/a

Martinho Lutero Galati de Oliveira direttore
Civica Orchestra dei fiati di Milano
Biglietti: 20€
www.cantosospeso.it | info@cantosospeso.it | per info: 340 8766729
FB cantosospeso choir, Milan, Italy

Treemonisha è un capolavoro della musica del Novecento, purtroppo ingiustamente sottovalutata e poco rappresentata. E’un’opera di musica contemporanea che affronta temi ancora oggi di attualità.
L’autore è il grande Scott Joplin, figlio di uno schiavo liberato. Considerato il re del ragtime, era un eccellente pianista e compositore di più di 600 ragtime e di due opere, una delle quali è Treemonisha, un melodramma in tre atti sullo stile delle opere europee (ouverture, arie, recitativi, cori e balletti) pieno di colori e danze.


Un’opera per neri e, col finale, di una donna a capo del villaggio sono scelte radicali del compositore. Sfortunatamente l’opera non ebbe successo perché gli editori rifiutarono di pubblicarla, dal loro punto di vista di uomini bianchi, era impensabile che un nero potesse scrivere qualcos’altro che un rag-time da intrattenimento, figuriamoci un’opera per neri.  Joplin invece voleva dare dignità al rag-time perché fosse considerato anche un genere colto e nel 1911 decise di pubblicare personalmente la versione per piano e canto e nel 1915 la fece rappresentare a sue spese in un teatro di Harlem. L’opera non ebbe successo, cosa che turbò molto il musicista che mori’ un anno dopo. La partitura per orchestra andò perduta.
Fu la musicologa americana Vera Brodsky Lawrence negli anni ’70 a curare la pubblicazione dell’opera omnia di Joplin, dando inizio alla riscoperta del ragtime. The Entertainer e Solace, due pagine di Joplin, vennero utilizzate nella colonna sonora di un film di successo, La stangata. Nel 1972 Gunther Schuller curò l’orchestrazione di Treemonisha e l’opera andò finalmente in scena.   L’ opera musicale di Scott Joplin è stata riconosciuta solo nel 1976 con il Premio Pulitzer per il contributo dato alla musica americana.
Di Treemonisha, Scott Joplin diceva che “non è ragtime, non è una commedia, è un’opera seria scritta con grandi parti per coro e nel miglior contrappunto.”
L’opera è ambientata in Arkansas dopo la guerra di secessione. La storia è incentrata su Treemonisha, una neonata di colore raccolta sotto un albero da Ned e Monisha, una coppia di neri liberati che vivono in una piantagione. I due faranno studiare la figlia adottiva Treemonisha, la quale poi combatterà per liberare il suo popolo, dandogli un’istruzione e liberandolo dalla superstizione e che verrà nominata capo del villaggio. Il finale dell’ opera con il pezzo A Real Slow Drag è un messaggio di speranza per un futuro migliore per tutta la comunità, donne e afroamericani compresi.
Chiudi il menu

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.
Per maggiori informazioni in merito alle modalità di trattamento e alle opzioni di opt-out, si rimanda alla nostra Privacy Notice.

Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.