Collezionisti di opere d’arte, quali sono i più famosi nel mondo?

Quali sono i collezionisti più importanti del mondo? Quando si parla di mercato dell’arte, non bisogna mai smettere di tenerli a mente

Alcune delle opere d’arte più iconiche del mondo non sono esposte nei musei o nelle gallerie d’arte, ma risiedono nelle collezioni private di alcuni miliardari in tutto il mondo tra industriali, celebrità, membri delle famiglie reali e altro ancora.

Questi famosi collezionisti d’arte non collezionano arte solo come hobby, ma investire in opere d’arte di prim’ordine è un’interessante alternativa anche per la diversificazione del portafoglio. Ecco che vi presentiamo i collezionisti d’arte più famosi al mondo.

Collezionisti di opere d’arte: ecco chi sono

Iniziamo con Esdra David Nahmad che posseggono una collezione di arte impressionista e moderna dal valore di 3 miliardi di dollari. Il loro pezzo più iconico è Jacqueline di Picasso (1955). Ironicamente, anche se si dice che questi fratelli possiedano Picasso per un valore di circa 900 milioni di dollari, non sono grandi amanti dell’arte.

Ezra e David Nahmad sono prima di tutto uomini d’affari e amano collezionare opere d’arte quando possono venderle a scopo di lucro. Possiedono infatti una scorta di arte impressionista e moderna conservata in un magazzino esentasse in Svizzera.

Paul Allen è uno dei collezionisti d'arte più facoltosi al mondo
Paul Allen è uno dei collezionisti d’arte più facoltosi al mondo – Wikimedia Commons @Miles Harris – Artepassante.it

 

Passiamo poi a David Geffen, che possiede una collezione di artisti americani della metà del secolo del valore di 2,3 miliardi di dollari. Il suo pezzo più iconico è The Splash di David HockneyGeffen è un magnate dell’intrattenimento e un appassionato collezionista d’arte. La sua collezione d’arte comprende capolavori del dopoguerra di Mark Rothko, Jasper Johns e Jackson Pollock.

Geffen vende anche opere d’arte della sua collezione, con profitto. Nel 2016 ha venduto pezzi di Willem de Kooning e Pollock a Kenneth C Griffin per mezzo miliardo di dollari. Geffen ha anche venduto il dipinto n. 5 (1948) di Jackson Pollock per la cifra esorbitante di 140 milioni di dollari al finanziere messicano David Martinez.

Eli Broad e Edythe Broad posseggono una collezione di arte del dopoguerra e contemporanea del valore di 2,2 miliardi di dollari. Il loro pezzo più iconico è Two Marilyns di Andy Warhol e hanno una collezione di oltre 2000 pezzi di 200 artisti tra cui Jasper Johns, Roy Lichtenstein, Barbara Kruger e Yayoi Kusuma. La maggior parte della loro collezione è esposta al Broad Museum di Los Angeles.

Pezzi degni di nota che vedrai includono Two Marilyns di Warhol, un pezzo senza titolo di Rauschenberg e I… I’m Sorry di Lichtenstein.

Filippo Niarchos possiede una collezione d’arte impressionista e moderna del valore di 2,2 miliardi di dollari e tra i pezzi più iconici troviamo l’Autoritratto di Van Gogh e Yo, Picasso di Pablo Picasso.

Il padre di Philip Niarchos, Stavros Niarchos, gli lasciò un’enorme fortuna e una vasta collezione d’arte, che si dice contenga la più grande collezione privata di opere di Vincent van Gogh.

Niarchos ha aggiunto alla collezione nel corso degli anni. Le nuove aggiunte includono un autoritratto di Basquiat e Marilyn Red and Green Burning Car I di Andy Warhol (1963).

Paul Allen deteva una collezione d’arte del valore di 1,6 miliardi di dollari con opere della corrente artistica del Divisionismo, arte contemporanea e fiorentina. Il suo pezzo iconico è Les Poseuses, Ensemble di Seurat (versione Petite).

Il defunto co-fondatore di Microsoft Paul Allen era un appassionato collezionista d’arte: la sua collezione privata è durata 26 anni e comprendeva opere iconiche di Botticelli, McArthur Binion, Vincent van Gogh e altri.

Nel novembre 2022, la collezione di Allen è stata venduta per oltre 1,6 miliardi di dollari a un’asta di Christie’s, rendendola la più grande vendita per un singolo proprietario nella storia delle aste. Il pezzo più costoso della collezione è Les Poseuses, Ensemble (versione Petite) di Seurat, venduto per l’enorme cifra di 149,2 milioni di dollari.

Francois Pinault ha acquisito Christie’s nel 1998, la casa d’aste leader a livello mondiale. È anche il fondatore di marchi di lusso come Gucci e Yves Saint-Laurent.

Quando si tratta di collezionare arte, Pinault colleziona capolavori moderni e contemporanei da oltre 30 anni, accumulando una collezione di oltre 2.500 opere d’arte. La sua collezione è composta da opere di artisti prolifici, tra cui Rothko, Warhol e Koons e il valore è di 1,4 miliardi di dollari. Il suo pezzo più iconico? Il Tableau Losangique II di Piet Mondrian.

Claribel Cone ed Etta Cone, conosciute anche come sorelle Cone, erano collezioniste d’arte e socialite americane. La loro cerchia sociale comprendeva artisti del calibro di Pablo Picasso, Henri Matisse e Gertrude Stein.

Le sorelle possedevano una delle collezioni d’arte moderna più famose degli Stati Uniti. La collezione è ancora esposta in un’ala del Baltimora Museum of Art ed è del valore di oltre 1 miliardo di dollari. Il pezzo più iconico è Pink Nude di Henri Matisse.

Steve Cohen possiede un museo di dipinti post-impressionisti e opere d’arte moderna. Pezzi degni di nota nella sua collezione includono Madonna di Munch, Police Gazette e Woman III di Willem de Kooning e Self di Marc Quinn. Il valore della sua collezione d’arte è di 1 miliardo di dollari e il suo pezzo più iconico è la Contadina di Van Goghle Bagnanti di Paul Gauguin.

Giuseppe Panza di Biumo iniziò a collezionare arte insieme alla moglie Giovanna nel 1956. Giuseppe fu uno dei primi promotori della Pop Art e in seguito rimase affascinato dal Minimalismo, in particolare dalle opere di Robert Morris, Dan Flavin, Carl Andre e Donald Judd.

La collezione di Giuseppe Panza di Biumo era considerata una delle più importanti collezioni di arte americana del dopoguerra negli anni ’60 -’70. Il valore della sua collezione è di 11 milioni di dollari e i pezzi più iconici sono Self-Define di KosuthWall Drawing No. 3 di LeWitt.

Daniel Turriani è un collezionista d’arte italiano e fondatore di JT ART Asset, una società di investimenti artistici specializzata in arte contemporanea, moderna e impressionista.

Turriani raccoglie opere contemporanee di Damien Hirst e Takashi Murakami e pezzi moderni di Henri Matisse e Modigliani. Non si sa il valore della sua collezione.

Charles Saatchi è un collezionista e mercante d’arte. Quando decide di vendere i pezzi della sua collezione, Saatchi evita di rivolgersi alle tradizionali case d’asta come Christie’s e Sotheby’s. Preferisce invece vendere pezzi online.

Charles Saatchi è anche il fondatore della Saatchi Gallery, una bellissima galleria nazionale di Londra, che ha donato al pubblico. È anche un grande sostenitore degli Young British Artists (YBA), inclusi artisti contemporanei iconici come Damien Hirst e Tracey Emin. Anche di Saatchi il valore della sua collezione d’arte è sconosciuta.

Impostazioni privacy