8 MARZO – Riconsiderare la femminilità nel mondo di oggi

FABBRICA DEL VAPORE rende Omaggio alla Donna a 360°

Foto

La Giornata Internazionale della Donna ha lo scopo di ricordare la conquista dei diritti sociali, economici e politici delle donne e le discriminazioni di cui sono vittime.
È una ricorrenza che quest’anno vede fiorire in Fabbrica del Vapore una rosa di eventi e manifestazioni artistiche.

Saranno visitabili ben sei mostre a ingresso gratuito, per celebrare la figura femminile a tutto tondo: La donna, il mito e la fantasia, un omaggio a Pippa Bacca, Le bambine salvate, Com’eri vestita? Rispondono le sopravvissute alla violenza sessuale, Stand for Girls,  la mostra Amami con la quale l’artista Bios Vincent affronta i temi della violenza e della necessità di squarciare il silenzio di coloro che la subiscono,  e l’esposizione dei finalisti del 1° Concorso Nazionale di Fotografia di Tango espressione del lato romantico del gentil sesso e della possibilità di vivere i corpi come anelli di una catena di abbracci con la quale si decreta la riconquista di una socialità diffusa.

Le mostre La donna, il mito e la fantasia, Stand for Girls, Le bambine salvate e Com’eri vestita? Rispondono le sopravvissute alla violenza sessuale  si inseriscono nel progetto Indifesa – Arte contro la violenza di genere, promosso dall’Associazione Le Belle Arti – Progetto Artepassante, in collaborazione con Terre des Hommes Italia. Si tratta di un progetto multiforme che si dirama nella Sala Messina di Fabbrica del Vapore, due piani espositivi in cui si estende una rete di collaborazioni.


 
La donna, il mito, la fantasia è un omaggio all’artista milanese Pippa Bacca, a cura de Il Ponte degli Artisti in collaborazione con Sul Filo dell’Arte. Un’istallazione artistica e alcune opere di Pippa Bacca di proprietà della famiglia dell’artista e concesse dalla Fondazione Piero Manzoni.
Visitabile, gratuitamente, al piano terra della Sala Messina, fino al 10 marzo.
L’artista milanese Pippa Bacca scompare durante la performance artistica itinerante in autostop Spose in tour. Il suo corpo nudo verrà trovato tra i rovi pochi giorni dopo, alla periferia di Istanbul. Il suo viaggio, stroncato da uno stupratore assassino, avrebbe dovuto promuovere la fiducia nel prossimo e la fratellanza tra i popoli.Nella giornata dell’8 Marzo dalle ore 14 alle 18 alcuni artisti si esibiranno in performance in omaggio a Pippa Bacca. Sarà presente la madre di Pippa, Elena Manzoni, Presidente della Fondazione Manzoni.
Inoltre, dall’8 al 16 marzo presso lo spazio REPART (mezzanino della stazione del passante Repubblica) Il Ponte degli Artisti organizzerà una mostra collettiva dedicata alla donna e, come omaggio, all’artista Pippa Bacca.  Un film a lei dedicato verrà proiettato l’8 marzo.
 
Stand for Girls, a cura di Elisabetta Longari, è una mostra concepita intorno al concetto di rispetto della diversità. Le opere degli artisti coinvolti vertono sulla condizione di fragilità e sulla possibilità di riscatto delle ragazze.
Visitabile, gratuitamente, al primo piano della Sala Messina, fino al 12 marzo.
 
Nel mondo sono 70 milioni le bambine sfruttate, costrette al matrimonio, uccise appena nate.   Alla fabbrica del Vapore viene accesa una luce sulle loro storie, raccontate attraverso il lavoro foto documento di Stefano Stranges Le Bambine salvate realizzato con il supporto dell’organizzazione Terre des Hommes. 
Visitabile, gratuitamente, al piano terra della Sala Messina, fino al 10 marzo.
 
Nella mostra Com’eri vestita? Rispondono le sopravvissute alla violenza sessuale creata dal Centro Antiviolenza Cerchi d’Acqua, i vestiti femminili esposti rappresentano simbolicamente quelli indossati durante la violenza subita e sono accompagnati da brevi suggestioni che le donne hanno voluto condividere, raccontando alcuni elementi della loro esperienza.
Visitabile, gratuitamente, al piano terra della Sala Messina, fino al 10 marzo.
 
 
Nello spazio “V&A-Vento&Associati” il 7 e l’8 Marzo ospiterà le giornate di apertura della mostra AMAMI di Bios Vincent con la madrina Emanuela Carcano, giornalista di Mediaset.
AMAMI è testimonianza di una sacralità che conserva la sua potente traccia anche quando l’essere umano la viola. La serie di opere in mostra utilizza icone riconoscibili per tracciare allegorie volte a sovvertire la dinamica della violenza: si parte da quest’ultima per tramutarla in carezza. L’intento è quello di insinuare nelle coscienze un atto di riflessione, di memoria di una ferita.
AMAMI è un progetto di Bios Vincent realizzato in collaborazione con Corte Sconta, Milano Vapore, Vento & Associati.
Come racconta Andrea Vento: “Bios, sviluppa la sua arte nella costante reinterpretazione delle iconografie femminili ed in particolare delle sante martiri, una delle rappresentazioni millenarie della violenza di genere”. La mostra AMAMI per Giampaolo Berni Ferretti, Presidente dell’Associazione Milano Vapore, “è un legame indissolubile fra sesso e psiche. Anche a Milano, città aperta e solidale, sono ancora troppo spesso, ancora oggi, i comportamenti <violenti> che, ahinoi, forse per il pudore, la paura e il timore delle conseguenze, mai arriveranno o sfoceranno in una denuncia/querela del <mostro>”.
 
Del tutto inedito il Primo Concorso Nazionale di Fotografia di Tango FAItango Federazione e Famiglia Margini, destinato alla promozione della cultura del Tango, si propone l’obiettivo di cogliere l’ampiezza dei valori storici e sociali del Tango attraverso la fotografia e il suo importante ruolo di testimonianza, d’indagine e di condivisione sociale.
L’ampia selezione fotografica in mostra racconta del tango ribelle di piazza e delle intriganti atmosfere milonguere, dando respiro alla componente poetica, intimista dell’abbraccio tanguero.
 
La serata di venerdì 8 Marzo dalle 21 vede sul palco della Fabbrica del Vapore Marinella e le altre.. Mimose, canzoni e racconti Live concert e Story Tellers. Va in scena un omaggio alle Donne cantato e sussurrato attraverso l’incontro con il Rock d’autore e la narrazione di storie d’amore, incontri, distanze, assenze e quotidiano, con frammenti e tracce sonore dell’Orchestrina del Suonatore Jones in acoustic Live per esplorare i pianeti dell’universo femminile attraverso le parole dei cantautori De Andrè, De Gregori, Fossati, Bertoli, Bubola, Mannoia, Battisti, Zucchero, Jannacci e altri ancora.
Parole e musiche si mischiano ai racconti della blogger Anna Mia con le sue Storie di Tango, alternati alle pagine dell’antologia Sguardi di Donne che prendono vita con la voce della scrittrice Gemma Girolami. Uno spettacolo del tutto originale che non mancherà di emozionare, a coronamento di un ricco palinsesto che Fabbrica del Vapore offre per vivere insieme l’8 M
arzo 2019, con la gioia e consapevolezza.

Chiudi il menu

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.
Per maggiori informazioni in merito alle modalità di trattamento e alle opzioni di opt-out, si rimanda alla nostra Privacy Notice.

Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.